CONTATTO » CGC

Condizioni generali di contratto della ditta Schloffer GmbH

1. Offerto e conclusione di contratto:
1.1 Le nostre offerte sono non vincolanti e senza impegno. Il diritto di revoca si riserva fino all’espressa accettazione.
1.2 Per il modo e il volume della consegna sono decisivi le disposizioni contrattuali per iscritto conforme da entrambe le parti. Se tali disposizioni non esistono, oppure non concordano, vale unicamente la nostra conferma d’ordine scritta.
1.3 I diritti di proprietà e di autore ai disegni e altri documenti rimangono in assoluto dal fornitore.

2. Prezzi e pagamenti:
2.1 I prezzi s’intendono alla consegna senza appostamento e montaggio franco fabbrica, senza confezionamento.
2.2 I pagamenti del committente vengono a scadenza immediatamente e sono pagabili direttamente a noi. Anche senza sollecitazione e al massimo trenta giorni dopo la scadenza e la ricevuta di una fattura oppure un sollecito equivalente di pagamento, il committente incorre in ritardo. Nel caso in cui un pagamento sia ritardato, sono calcolati interessi moratori per il montante scadente di, se il committente e un consumatore, almeno il cinque % sopra il tasso base valido, altrimenti interessi di almeno l’otto % sopra il tasso base. Il committente può dichiarare una compensazione contro la controprestazione solo con pretese riconosciute oppure legalmente valide.

3. Riserva di proprietà:
3.1 La merce da noi fornita (la merce soggetta al riservato dominio) rimane di nostra proprietà fino al pagamento di tutte le nostre pretese derivanti dal rapporto commerciale con il committente, specialmente tutte le eventuali pretese conto corrente. Ci impegniamo di liberare, a richiesta, i diritti di garanzia dovuti a noi, quando essi superano il valore di più di 20 % delle nostre pretese non compensate. La merce soggetta al riservato dominio non può essere ipotecata o trasferita a garanzia senza il nostro previo accordo. In caso di pignoramento della merce in nostra proprietà o delle pretese cedute a noi, dobbiamo essere immediatamente informato del fatto.
3.2 Al committente è dato l’approvazione di vendere la merce soggetta al riservato dominio nell’andamento ordinario degli affari. In caso di vendita, il committente cede a noi già adesso tutte le pretese dalla vendita. Questo anche nel caso di una vendita dopo lavorazione o trattamento, e anche nel caso in cui la merce è collegata con un fondo immobiliare oppure un bene mobile. Se la merce soggetta al riservato dominio viene vendita dopo lavorazione o trattamento insieme con altre cose che non sono di nostra proprietà o dopo il collegamento con un fondo immobiliare o un bene mobile, la pretesa del committente verso il suo acquirente deve considerarsi ceduta nell’ammontare del prezzo di consegna fissato tra il committente e noi per la merce soggetta al riservato dominio.

3.3 Il committente rimane autorizzato di riscuotere la pretesa anche dopo la cessione.
La nostra autorizzazione di riscuotere la pretesa rimane intatta. Tuttavia, finché il committente mantenga i propri impegni, ci impegniamo di rinunciare a questo. Quando il committente esige la pretesa autorizzatamente, deve pagarci, in base alla cessione, il realizzo ammontante al prezzo di consegna fissato tra il committente e noi.

3.4 La merce trattata deve considerarsi merce soggetta al riservato dominio.
Se merce in nostra proprietà è trattata con altri beni, acquistiamo la proprietà al bene nuovo in proporzione del valore corrente della nostra merce al valore degli altri beni trattati al momento del trattamento. Il deposito del bene nuovo sarà fatto da parte del committente con la solita cura senza spese per noi.

4. Consegna, confezionamento, passaggio del rischio:
4.1 Se non è definito nient’altro in base alle sopra nominate dichiarazioni per iscritto da entrambe le parti, la consegna è fatta dalla nostra sede (oppure con forniture parziali concordate, dalla sede dell’altro fornitore). Forniture parziali saranno ammissibili. I beni forniti devono essere collaudati, anche se presentano vizi insignificanti.
4.2 Termini di consegna non sono vincolanti, eccetto che siano concordati per iscritto. Per il rispetto del termine di consegna concordato è obbligatorio che il committente abbia reso tutti i documenti e autorizzazioni necessari e che abbia compiuto tutti gli altri suoi obblighi. Altrimenti il termine di consegna concordato è adeguatamente prolungato.
4.3 In caso di forza suprema, scioperi, problemi aziendali o qualsiasi caso di forza maggiore che possa ritardare la consegna, il termine di consegna si prolunga per la durata e l'entità del problema.
4.4 Se la spedizione e fornitura è ritardata su richiesta del committente, il fornitore, dopo la scadenza di un mese dopo l’avviso della disponibilità della merce, è autorizzato di mettere in conto al committente, per ogni mese incominciato, le spese di magazzinaggio ammontante allo 0,5 % della somma della fattura. Le spese di magazzinaggio sono limitate al 5% della somma della fattura, a meno che costi più alti siano verificati.
4.5 Il fornitore è autorizzato, dopo la fissazione e scadenza infruttuosa di un adeguato termine, di disporre degli oggetti della fornitura in altro modo e di rifornire il committente entro un termine adeguatamente prolungato.
4.6 Le spese della spedizione e del trasporto sono a carico del committente, salvo che non sia diversamente disposto nel contratto.
4.7 Il pericolo passa al committente non più tardi del momento in cui la merce è spedita. Questo vale anche nel caso di forniture parziali o servizi diretti dell’altro fornitore o nel caso in cui il fornitore ha assunto altri servizi come per esempio le spese di trasporto, il trasporto stesso, l’appostamento o il montaggio. Nel caso del ritiro o la spedizione ritardato per colpa del committente, il pericolo passa a quello con il giorno quando è dato l’avviso della disponibilità della merce.

Su richiesta e a spese del committente, la consegna sarà assicurata dal fornitore contro furto, rottura, trasporto, danni di fuoco e acqua e altri rischi assicurabili.

5. Appostamento e montaggio:
Salvo che non sia diversamente disposto per iscritto, le seguenti condizioni valgono per l’appostamento e il montaggio:
5.1 A spese del committente, quello deve stanziare in tempo:
5.1.1 Tutti i lavori di terra, calcestruzzo, costruzione, trafori, impalcatura, intonaco, pittura e altri lavori addizionali di ramo altrui, ivi compresi i materiali da costruzione necessari.
5.1.2 Elettricità e acqua, e anche altre energie necessarie, ivi compresi gli allacciamenti fino al punto d’utilizzo. Inoltre riscaldamento e luce.
5.1.3 Presso il punto di montaggio per il deposito delle parti macchine, apparecchiature, materiali, attrezzi di lavoro, ecc., delle stanze secche e abbastanza grandi che si chiudono a chiave, e per il personale di montaggio delle stanze adeguate per lavoro e soggiorno ivi compresi sanitari adeguati per le circostanze. Inoltre, il committente sarà obbligato alla protezione della proprietà del mandatario e del personale di montaggio sul cantiere e deve prendere le misure ivi adeguate.
5.1.4 Il committente sarà obbligato d’informare il mandatario delle circostanze speciali del punto di montaggio e deve mettere a gratuita disposizione indumenti di protezione o dispositivi di protezione, per quanto non sono usuali nel ramo del mandatario.
5.1.5.1 Prima dell’inizio dei lavori montaggio, il committente deve metter a disposizione senza esplicita richiesta tutti i dati necessari per sapere le posizioni delle linee elettriche, gasdotti e acquedotti condotti rivestiti o delle installazioni simili, e anche i dati statici occorrenti.
Prima dell’inizio dell’appostamento o del montaggio, tutte le parti necessarie per iniziare i lavori devono essere sul posto e tutti i lavori preliminari devono essere in uno stato che permette l’immediato appostamento o montaggio dopo l’arrivo del personale per appostamento o montaggio e l’esecuzione dei lavori senza interruzioni. Particolarmente,
i percorsi di arrivo e il sito del appostamento e montaggio devono essere preparati in modo che siano appianati e assettati in altezza dei campi, la muraglia di fondazione legata e secca, il muro di fondazione aggiustata e riempita, nel caso di appostamento interno, l’intonaco parete e soffitto completamente e regolarmente applicato, e innanzitutto le porte e le finestre collocate.
5.1.5.2 Se l’appostamento, il montaggio o l’attivazione è ritardato per condizioni nella responsabilità del committente, quello deve assumersi le spese insorgenti in misura adeguata per l’attesa e altri viaggi necessari del personale per l’appostamento o il montaggio.
5.1.5.3 L’orario di lavoro del personale per l’appostamento o il montaggio deve essere confermato secondo scienza e coscienza dal committente in turno settimanale. In seguito, il committente sarà obbligato di attestare al personale per l’appostamento o il montaggio per iscritto e immediatamente il completamento dell’appostamento o il montaggio.
5.1.5.4 Il mandatario non risponde per i lavori del personale per l’appostamento o il montaggio ed eventuale altro personale, per quanto i lavori non sono connessi con la consegna dell’appostamento o il montaggio o sono indotti dal committente.

6. Nel caso in cui il fornitore deve completare l’appostamento o il montaggio per conto separato, vale a parte delle disposizioni ai sensi del 5. a 5.1.5.4 anche il seguente:
6.1 Il committente deve compensare al fornitore per il tempo lavorato e i supplementi per lavoro straordinario, notturno, domenicale e festivo e per lavori pesanti, come anche per la pianificazione e sorveglianza, i tassi di compensazione concordati all’ordinazione.


7. Garanzia per i vizi:
Qualora non sia concordato nient’altro nelle condizioni contrattuali presenti, si determinano i diritti di garanzia del committente come anche le sue pretese di risarcimento danni e la responsabilità del fornitore dalla garanzia prevista per legge.
7.1 L’usura normale e anche danni, dopo il passaggio del rischio, dovuti a vizioso trattamento o eccessiva sollecitazione non presupposto nel contratto, non saranno inclusi nella garanzia per i vizi. Lo stesso vale per modificazioni improprie o riparazioni da parte del committente o da terzi.
Il fornitore sarà responsabile per danni dovuti a lui o ai suoi assistenti solo nel caso di colpa grave o dolo. Non esiste una responsabilità per danni atipici per il contratto, imprevedibili e indiretti. Questo vale per tutte le pretese indipendentemente dal tipo della causa. La responsabilità in base alla legge sulla responsabilità del produttore come anche per danni dovuti alla violazione di una disposizione essenziale del contratto non ivi sarà compresa. Pretese ulteriori a quelle predette saranno escluse dal punto di vista di responsabilità.

8. La limitazione di responsabilità:
In ogni caso, eventuali pretese di risarcimento danni del committente saranno limitate al 10% del valore di quella parte della consegna o del servizio che non può essere attivata o utilizzata a causa della violazione dei doveri. Questo non vale per la responsabilità imperativa nei casi di dolo o colpa grave. Il diritto del committente di revocare il contratto rimane intatto.

9. Foro competente:
Nei rapporti commerciali con commercianti si conviene, a scelta del fornitore, o la sede o la succursale del fornitore come foro competente per tutti i litigi diretti o indiretti risultanti dal contratto.
La legge austriaca fa fede delle condizioni contrattuali anche per il contatto con l’estero.

10. Riconoscimento delle condizioni di vendita e consegna:
Tutte le ordinazioni trasmesse a noi s’intendono come acquiescenza delle suddette condizioni.
Condizioni generali contrari del committente non saranno parte integrale del contratto, anche se non li abbiamo espressamente rifiutati. Suddette condizioni di consegna saranno valide per ogni contratto, presente e futuro, salvo che non siano espressamente modificate o escluse.
Accordi accessori saranno in vigore solo se concordati per iscritto.

11. Clausola di riserva:
In caso di nullità o inefficacia giuridica parziale di queste disposizioni di consegna e pagamento restano salve tutte le altre disposizioni del contratto.